pianalomasol

Prev Next

Le Montagnine e la Copag sbarc…

Le Montagnine e la Copag sbarcano su INSTAGRAM

  La Cooperativa dei Produttori agricoli Giudicariesi approda su Instagram con il suo nuovo profilo "@lemontagnine".                           ...

Bilancio conferimento 2017: le…

Bilancio conferimento 2017: le patate non deludono mai, ma arrancano le mele.

  E' ora di bilanci, anche se solo preventivi e approssimati, dell'andamento del conferimento 2017 registrato da Copag.   Sorride quello delle patate, da sempre prodotto di punta della Cooperativa e cultivar che fa da...

L'autunno bussa alle porte del…

L'autunno bussa alle porte della bottega Copag "La Trentina"

  Il termometro che fa le capriole, i colori del paesaggio che si coprono con un velo opaco, i primi raffreddori e l'acquolina in bocca al pensiero di una tazza di cioccolata calda... Ebbene si, è proprio arrivato l'autunno ...

La Patata in Europa

 

1570: Da secoli alla base dell’alimentazione delle popolazioni indigene del centro America, la patata arriva in Spagna sulle navi dei conquistadores, di ritorno dai loro viaggi di conquista nel Nuovo Mondo.

 

XVII secolo: La patata è circondata da un alone diabolico. Questo tubero che cresce nelle profondità della terra e non è mai citato nella Bibbia, ha una forma bitorzoluta che ricorda le eruzioni della lebbra. Molti cercano di mangiarne le foglie e i frutti che sono velenosi, e finiscono intossicati.

 

XVIII secolo: Proprietari terrieri e studiosi europei, dopo aver appurato la resistenza della coltura e le sue innumerevoli proprietà nutrizionali, si scontrano con i contadini, restii a coltivare il “frutto del diavolo”.

 

1775: La patata, per i suoi valori nutritivi e la sua capacità di conservazione, è inserita nelle scorte alimentari di guerra.

 

1785: Il farmacista e agronomo francese Antoine Augustus Parmentier, che in guerra ha sperimentato la resistenza e le proprietà nutritive della patata, la introduce ai banchetti della Corte di Francia di Luigi XIV.

 

XIX secolo: La patata diventa gradualmente una delle principali colture europee e l'alimento fondamentale delle classi umili.

 

1845-1849: La peronospora, malattia delle patate,si diffonde in tutta Europa, distruggendo il raccolto di molti paesi. In Irlanda la carestia genera una tale miseria da costringere gran parte della popolazione a emigrare.

 

1945-1960: Nel secondo dopoguerra in molti paesi europei segnati dal passaggio della guerra si assiste a un picco della produzione di patate.

 

XXI secolo: Grazie alle sue proprietà nutrizionali, versatilità agronomica e resa produttiva, la patata è la quarta coltura al mondo per estensione. Tubero versatile e democratico, è presente su tutte le tavole, da quelle borghesi a quelle popolari, e non manca nemmeno nei menù degli chef stellati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.